Genea al “Forum Clima e Energia” di Legambiente

Genea Consorzio è lieta di partecipare alla Presentazione del Rapporto Comuni Rinnovabili Campania 2019, che si terrà martedì 4 giugno a Salerno presso il Palazzo S.Agostino.

 

L’evento moderato da Mariateresa Imparato, Presidente di Legambiente Campania, vedrà intervenire importanti esponenti del settore energetico, tra cui Angelo Grimaldi, in rappresentanza di Genea Consorzio che sarà affiancata anche da esponenti del mondo accademico, tra cui il Prof. Carmine Lubritto della Seconda Università di Napoli “Vanvitelli”.

 

Comuni Rinnovabili è il Rapporto annuale di Legambiente che da 12 anni fotografa non solo lo sviluppo delle fonti rinnovabili nei territori italiani, ma anche quanto di positivo vi accade con l’obiettivo di mettere in evidenza il ruolo sempre più protagonista che le nuove tecnologie hanno nel sistema energetico e nei bilanci di famiglie, aziende e pubblica amministrazione.

In questi anni le fonti rinnovabili, infatti, hanno non solo raggiunto e superato il 34% del fabbisogno elettrico nazionale, ma grazie al milione di impianti di tutte le taglie e distribuite su tutto il territorio nazionale, hanno rivoluzionato il sistema energetico del nostro Paese, passando da un sistema centralizzato ad uno distribuito e portando importanti benefici ambientali, economici e sociali.

Grazie alla campagna itinerante, Comuni Rinnovabili percorrerà la penisola italiana raccontando il cambiamento dal basso attraverso il coinvolgimento diretto di pubbliche amministrazioni ed aziende locali che si sono distinte in termini energetici, ma anche di cittadini e famiglie attraverso la mostra itinerante che oltre ad offrire spunti e opportunità per vivere in modo sostenibile, racconterà quanto di buono accade in quei territori.

L’obiettivo è duplice, da una parte mostrare i vantaggi che hanno aziende, famiglie, pubbliche amministrazioni nell’aver investito in queste tecnologie e in efficienza energetica, dall’altro stimolare i visitatori a scoprire il proprio territorio.

Tutto sarà accompagnato da analisi quantitative e qualitative di diffusione delle diverse tecnologie, degli obiettivi regionali raggiunti e da raggiungere. Con proposte di politica energetica, volte a favorire la transizione energetica verso la decarbonizzazione.

Inserito in News.