Decreto sul Fondo nazionale per l’Efficienza Energetica

Il decreto che definisce le modalità di funzionamento del Fondo nazionale per l’ Efficienza Energetica sbarca in Gazzetta.

Genea Consorzio Stabile potrà seguire sia che imprese che le Pubbliche amministrazioni che vorranno beneficiare del fondo per l’efficienza energetica, per maggiori informazioni scrivi a info@geneaconsorzio.it.

Il Fondo sarà gestito da Invitalia e sarà articolato in due sezioni, una per la concessione di garanzie su singole operazioni di finanziamento, cui è destinato il 30% delle risorse, e una per l’erogazione di finanziamenti a tasso agevolato cui è destinato il 70% delle risorse.

Per le imprese, potranno essere finanziati interventi di miglioramenti dell’efficienza energetica dei processi e dei servizi, di installazione o potenziamento di reti o impianti per il teleriscaldamento e per il teleraffrescamento efficienti; per le ESCo potranno essere finanziati interventi di miglioramento dell’efficienza energetica dei servizi e/o delle infrastrutture pubbliche, compresa l’illuminazione pubblica, di miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici destinati ad uso residenziale, con particolare riguardo all’edilizia popolare; di miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici di proprietà della Pubblica Amministrazione.
Condizioni di accesso alle agevolazioni saranno i requisiti richiesti dal Conto Termico, e per gli interventi che non riguardano gli edifici, l’addizionalità dei risparmi secondo quanto previsto dalle linee guida per i Certificati bianchi.
Per le Pubbliche Amministrazioni possono essere agevolati progetti di investimento per l’efficienza energetica volti alla realizzazione di interventi di miglioramento dell’efficienza energetica dei servizi e/o delle infrastrutture pubbliche, comprese l’illuminazione; di miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici destinati ad uso residenziale, con riguardo all’edilizia popolare.
Per ottenere le agevolazioni bisognerà presentare domanda via telematica prima della data di inizio dei lavori, secondo gli schemi, le modalità e gli ulteriori parametri economici-finanziari e requisiti minimi di accesso che saranno definiti da Invitalia entro sessanta giorni dall’entrata in vigore del decreto e approvati con decreti territoriali del Mise.
L’accesso ai benefici avviene secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande e fino ad esaurimento delle disponibilità della relativa sezione del Fondo.

Scarica il Decreto

Genea sarà alla mostra convegno sulle fonti rinnovabili EnergyMed 2018

Dal 5 al 7 Aprile presso la Mostra d’Oltremare di Napoli, si terrà EnergyMED, la mostra convegno sulle fonti rinnovabili e lo staff di Genea Consorzio Stabile sarà presente presso il padiglione 6 stand n.9 per incontravi e rispondere direttamente alle vostre richieste.

EnergyMed, la manifestazione unica nel campo dell’efficienza energetica e delle risorse rinnovabili nel Centro-Sud Italia e nel Mediterraneo, arriva all’XI edizione. L’Evento si presenta con un nuovo format che unisce in un’unica piattaforma tutti i settori dell’economia circolare e dà il vantaggio di formare nuove partnership ed opportunità di business. La Mostra Convegno rappresenta la piattaforma ideale in cui imprese, associazioni, decision makers, enti locali, centri di ricerca e tecnici si confrontano sui temi delle efficienza energetica, della mobilità sostenibile e del ciclo completo dei rifiuti. Un’occasione di aggiornamento e formazione di assoluto interesse per tutti i professionisti e imprenditori di settore.

Le fonti rinnovabili e l’efficienza energetica sono, infatti, sempre più al centro dei piani di azione per la sostenibilità ambientale per cui EnergyMed diventa il contesto ideale per confrontarsi sullo stato dell’arte di settori innovativi legati al solare, all’eolico, alle caldaie ad alta efficienza e a biomasse, al recupero di materia ed energia dai rifiuti, ai veicoli a basso impatto ambientale e ai servizi; attenta all’evoluzione del mercato, la manifestazione vede la consolidata presenza delle tre sezioni dedicate all’efficienza energetica “EnerEfficiency”, al riciclo “Recycle” e alla mobilità sostenibile “Mobility”.

INFO UTILI

5  > 7 Aprile 2017
Napoli – Mostra d’Oltremare (ingresso Viale Kennedy)
PADIGLIONE 6 STAND N.9 – GENEA CONSORZIO STABILE
Giovedì e Venerdì 9.30/19.00
Sabato 9.30/18.00

Click day per alberghi e agriturismi il 26 e 27 febbraio

E’ online il sito del Ministero dove richiedere il Tax credit per la riqualificazione di strutture alberghiere e agrituristiche.

Il Ministero per i beni, le attività culturali e il turismo (Mibact) ha completato la messa a punto (e la pubblicazione online) del portale per richiedere il Tax credit per la riqualificazione di strutture alberghiere e agrituristiche. Le domande possono essere inviate solo via internet, con tutta la documentazione comprovante le spese sostenute, attraverso appunto il Portale dei procedimenti.

Il legale rappresentante dell’impresa, se non ancora registrato, deve procedere alla registrazione e compilare l’istanza per accedere ai finanziamenti: le istanze possono essere presentate dalle 10.00 del 25 gennaio alle ore 16.00 del 19 febbraio 2018.

L’invio delle domande avverrà, solo in modalità online, dalle ore 10.00 del 26 febbraio alle ore 16.00 del giorno successivo, 27 febbraio 2018.

Il Mibact ha attivato due indirizzi e-mail di assistenza: taxcreditriqualificazione@beniculturali.it per i problemi attinenti al procedimento e procedimenti@beniculturali.it per le eventuali difficoltà riguardanti aspetti tecnici o informatici.

Il “Tax credit” per alberghi e agriturismi consiste in un credito fiscale del 65% per le spese per ristrutturazione edilizia, riqualificazione energetica, abbattimento delle barriere architettoniche, interventi antisismici e acquisto di mobili e attrezzature.

Per questa misura sono stati stanziati 60 milioni di euro per il 2018, 120 per il 2019 e 60 per il 2020, per un totale di 240 milioni di euro in tre anni. Cosa aspetti contattaci per i tuoi lavori di riqualificazione energetica e ristrutturazione edilizia. Il credito di imposta complessivo disponibile per ciascuna impresa non può superare i 200.000 euro nel biennio di riferimento.

Le spese agevolabili sono quelle sostenute dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2018. Per usufruire del tax credit, la struttura ricettiva deve essere esistente al 1° gennaio 2012.

Il Tax credit per alberghi e agriturismi è stato introdotto dal Decreto ArtBonus e prevede un credito di imposta pari al 30% dei costi sostenuti dalle imprese per la riqualificazione delle strutture ricettive (ristrutturazione edilizia, abbattimento delle barriere architettoniche, efficientamento energetico e acquisto mobili). Con la Legge di Bilancio 2017, il bonus è stato prorogato, incrementato al 65% ed esteso agli agriturismi. La Legge di bilancio 2018 ha infine esteso la misura anche alle dimore storiche e alle terme.

(fonte federcepicostruzioni.it)

Aziende Energivore, al via attuazione del Decreto del MISE

Il decreto, che prevede agevolazioni imprese energivore dal 1 gennaio 2018, consentirà di ridurre il costo dell’elettricità per le imprese manifatturiere energivore.

Il provvedimento, frutto del complesso lavoro di confronto con la Commissione Europea, durato 3 anni, consente di ridurre il differenziale di prezzo dell’energia pagato dalle imprese più esposte alla concorrenza estera, introducendo anche in Italia le nuove misure rese possibili dall’Europa: si potrà così ottenere un progressivo allineamento dei costi per la fornitura di energia elettrica delle imprese italiane ai livelli degli altri competitors europei.
La riduzione del costo dell’energia per le imprese energivore, insieme al sostegno all’innovazione attivato con il piano industria 4.0, costituisce la base per un recupero di competitività del Made in Italy e di tutti i settori industriali, per rilanciare la crescita, contrastando il rischio di delocalizzazioni.
Le oltre 3000 imprese che potranno accedere ai nuovi benefici, complessivamente un miliardo e 700 mln di euro, sono una parte fondamentale della manifattura italiana, dal settore alimentare alla filiera di produzione di materiali di base con oltre 400 mila addetti diretti, 36 miliardi di euro di valore aggiunto, circa 130 miliardi di euro di fatturato.
La filiera che, in modo diretto e indiretto, beneficerà della ripresa della competitività dei processi produttivi energivori genererà un impatto ben più ampio in termini di crescita dell’occupazione, interessando un milione e 200mila posti di lavoro, così come per il valore aggiunto e per il fatturato.
Poiché il rilancio dei settori industriali passa attraverso l’innovazione tecnologica e una maggiore sostenibilità ambientale, il beneficio sarà calcolato utilizzando parametri di consumo basati su standard di efficenza energetica, spingendo le imprese energivore a un ulteriore passo in avanti in tal senso.
L’obiettivo di questo intervento è di rendere il Paese più competitivo, difendere l’occupazione e creare nuovi posti di lavoro, lavorando nel contempo per migliorare la sicurezza delle forniture e rendendo il sistema energetico più sostenibile.

Le nuove agevolazioni in dettaglio
Il nuovo sistema prevede la possibilità di ridurre il prelievo dalle bollette elettriche degli oneri connessi al sostegno delle rinnovabili e, più in dettaglio:
1) applicazione della cd “clausola VAL” alle imprese che hanno un costo dell’energia pari al 20% dello stesso VAL ( valore aggiunto lordo), che, dunque, potranno ridurre il proprio contributo alle rinnovabili fino a un valore minimo dello 0,5% del VAL, rendendo il costo sostenuto per il finanziamento a tale voce della bolletta elettrica esclusivamente funzione del proprio risultato aziendale ( la spesa sostenuta sarà quindi indipendente dal costo per le rinnovabili).Si evidenzia che la previsione di più classi di intensità elettrica su VAL, ciascuna con un diverso livello di contribuzione, consente di assicurare maggiore equilibrio e gradualità nel riconoscimento del vantaggio alle imprese beneficiarie della misura.
2) per le altre imprese, il mantenimento di classi di agevolazione basate sul rapporto fra il costo dell’energia elettrica e il fatturato, con percentuali riviste per tener conto degli obiettivi di sostegno alla crescita.Inoltre, la proposta consente di migliorare il sostegno ad alcuni settori particolarmente esposti alla concorrenza internazionale, pur con bassa intensità elettrica sul fatturato ( es. ceramica).
Saranno utilizzati parametri di consumo “efficiente”, sviluppati dall’ENEA entro luglio 2018. Sarà così possibile stimolare le imprese ad attivare nuovi investimenti in efficienza energetica e sostenibilità.
Fonte Ministero Sviluppo Economico

Disponibili 255 milioni di euro per interventi di efficientamento energetico

Al via il Fondo nazionale per l’efficienza energetica fino al 2020 per interventi su edifici, impianti di teleriscaldamento e processi produttivi

Genea Consorzio Stabile potrà affiancarvi nell’ottenimento del fondo e nella gestione dello stesso non appena sarà entrato in vigore.

Il Ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda e il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, con il concerto del Ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, hanno firmato il decreto di costituzione del Fondo nazionale per l’efficienza energetica.

Il provvedimento, previsto dal Dlgs 102/2014, favorisce il finanziamento di interventi di efficienza energetica realizzati dalle imprese e dalla Pubblica Amministrazione su edifici, impianti di teleriscaldamento e processi produttivi.

Il Fondo, che sarà gestito da Invitalia, ha natura rotativa e offrirà garanzie e finanziamenti a tasso agevolato promuovendo il coinvolgimento di istituti finanziari e investitori privati, sulla base di un’adeguata condivisione dei rischi.

Per l’avvio della fase operativa, si potrà contare su 150 milioni di euro già resi disponibili dal Ministero dello Sviluppo economico, che destinerà anche un ulteriore introito annuale di circa 35 milioni di euro nel triennio 2018-2020. Il Fondo sarà, inoltre, alimentato con le risorse messe a disposizione dal Ministero dell’Ambiente.

Questo ulteriore strumento si inserisce tra le misure per l’efficienza energetica che il Paese ha adottato allo scopo di conseguire gli obiettivi di risparmio energetico indicati nella Strategia Energetica Nazionale.

Il Fondo, a seguito dell’entrata in vigore della Legge di Stabilità 2018, sarà ampliato con una specifica sezione dedicata all’ecoprestito, a sostegno e potenziamento anche dell’efficacia dell’ecobonus.

Il provvedimento dovrà ora passare al controllo preventivo della Corte dei Conti prima di essere pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. Il meccanismo sarà operativo entro 60 giorni dall’entrata in vigore con la pubblicazione delle regole applicative per la presentazione delle domande.

Fonte: Ministero dello sviluppo economico

Buone Feste

Un nuovo anno significa una nuova opportunità.

Non perdere l’occasione di ottenere agevolazioni e risparmiare, noi possiamo aiutarti, ponendo attenzione all’utilizzo delle tue risorse

Il governo italiano vara la SEN

La Strategia Energetica Nazionale è il piano decennale del Governo italiano per anticipare egestire il cambiamento del sistema energetico: un documento che guarda oltre il 2030 e che pone le basi per costruire un modello avanzato e innovativo.

È il frutto di un percorso partecipato a cui hanno contribuito il Parlamento, le Regioni e oltre 250 tra associazioni, imprese, organismi pubblici, cittadini ed esponenti del mondo universitario. I numerosi contributi arrivati testimoniano quanto il tema dell’energia e dell’ambiente sia una priorità per la pubblica opinione. L’obiettivo della Strategia è quello di rendere il sistema energetico nazionale più competitivo, più sostenibile, più sicuro.

Tra i principali propositi della SEN: la decarbonizzazione dell’economia, la transizione alle fonti rinnovabili, la piena efficienza energetica e il ricorso al gas.

«L’obiettivo è di far uscire l’Italia dal carbone entro il 2025. Sarà una spinta sulla tecnologia e una spinta della qualità di vita», è quanto dichiara il Ministro Gianluca Galletti.
La strada da seguire il Ministro la indica nel gas : «Se vogliamo anticipare l’uscita dobbiamo essere sicuri nella produzione di energia elettrica. Per questo il gas sarà l’energia di transizione dal carbone alle fonti meno inquinanti».

Tra i temi trattati lo sviluppo delle fonti rinnovabili, l’efficienza energetica, mobilità e trasporti.

Gli obiettivi della Sen 2017 – 2030 sono :

  1. ridurre i consumi annui a 9 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio (Mtep)
  2. raggiungere il 27% di rinnovabili sui consumi complessivi
  3. chiusura degli impianti termoelettrici a carbone per il 2025 o il 2030 ( due gli scenari)
  4. azzerare il gap di costo tra il gas italiano e quello del nord Europa
  5. portare a 19 mila le stazioni di ricarica per veicoli elettrici al 2020
  6. raddoppiare il valore delle risorse pubbliche dedicate agli investimenti in ricerca e sviluppo
  7. clean energy: da 222 milioni di euro nel 2013 a 444 milioni di euro nel 2021

 

Scopri i dettagli della SEN

Fotogallery Convegno ad Arkeda 2017

Genea Consorzio Stabile ha partecipato, venerdì scorso, ad Arkeda 2017 l’evento tenutosi presso la Mostra d’Oltremare di Napoli.

La mostra convegno è tra i principali eventi sull’architettura, edilizia, design & arredo nel centro del mediterraneo e quest’anno si è occupata del tema della riqualificazione energetica. Genea Consorzio Stabile, in quanto affiliata di Federesco e rappresentante per essa dell’area Italia Sud Ovest,  è stata invitata al Convegno dal titolo “La riqualificazione energetica dei condomini e il mercato dell’edilizia privata”. Il workshop, organizzato da Anea in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri di Napoli, si è svolto venerdì 1 Dicembre 2017, ed il dott. Angelo Grimaldi,  Presidente del Consiglio Direttivo di Genea, ha parlato della “Riqualificazione energetica degli edifici”, assieme ad altri illustri ospiti.

Di seguito la galleria delle immagini salienti del convegno.

La manifestazione, ha goduto del patrocinio degli Ordini degli Architetti, degli Ingegneri, delle Associazioni di Designer delle Università, a garanzia dell’alto profilo dell’evento sono stati effettuati anche quest’anno numerosi corsi di aggiornamento con rilascio di crediti formativi ed una serie di dibattiti e workshop dedicati ai professionisti.

Riqualificazione energetica, il tema di Genea alla mostra-convegno Arkeda 2017

Genea Consorzio Stabile parteciperà al Mostra Convegno Arkeda 2017  di Napoli, il principale evento sull’architettura, edilizia, design & arredo nel centro del mediterraneo che quest’anno si occuperà di riqualificazione energetica.

Durante l’evento si terrà il workshop, organizzato da Anea in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri di Napoli, dal titolo “La riqualificazione energetica dei condomini e il mercato dell’edilizia privata” Venerdì 1 Dicembre 2017 presso la Mostra d’Oltremare di Napoli.

Il convegno si focalizza sulle agevolazioni e le opportunità che derivano dal rinnovato sistema degli incentivi finalizzati al processo di riqualificazione del patrimonio immobiliare.

Durante il convegno, il Presidente del Consiglio Direttivo di Genea, dott. Angelo Grimaldi in rappresentanza di FEDERESCO per l’area Italia Sud Ovest, parlerà della “Riqualificazione energetica degli edifici” (ore 16:30 circa).

Il convegno avrà inizio alle ore 14:30 di venerdì 1° Dicembre 2017  presso la Sala Progetti, Pad. 6 – Mostra d’Oltremare sita in Viale Kennedy – Napoli (NA).

Per chiunque voglia partecipare sono aperte le registrazioni sul sito dell’Ordine degli Ingegneri che per l’occasione erogherà n. 2 cfp agli iscritti.

La manifestazione, gode del patrocinio degli Ordini degli Architetti, degli Ingegneri, delle Associazioni di Designer delle Università, a garanzia dell’alto profilo dell’evento prevede anche quest’anno numerosi corsi di aggiornamento con rilascio di crediti formativi ed una serie di dibattiti e workshop dedicati ai professionisti.

Scarica il programma del Convegno

Grande successo ad Ecomondo Key Energy 2017

La prima partecipazione di Genea Consorzio Stabile ad Ecomondo, Key Energy (pad.B stand 004), è stata molto positiva.

Genea Consorzio Stabile è stata presente all’interno dello stand Federesco in un area di oltre 30mq che ha permesso di accogliere al meglio i tanti visitatori che ci hanno fatto visita durante tutta la durata dell’evento.

Ecco la gallery dell’evento: